Brevissime

Cina minaccia USA: “Contenerci è una missione impossibile”.

Ormai lo strapotere della dittatura comunista cinese è talmente evidente che si trasforma in tracotanza internazionale. Il monito al mondo: "Non potete fermarci".

cina minaccia usa
cina minaccia usa

Ormai la Cina è talmente potente che minaccia direttamente gli USA. Nessuno stato è in grado di resisterle. Si tratta di una potenza economica, ma anche militare che ha da tempo sopravanzato i tradizionali protagonisti della scena mondiale come Russia e Stati Uniti.

Se avessimo ascoltato l’allarme lanciato da molti studiosi (come ad esempio quello di Giulio Tremonti o di Edward Luttwak) già da anni, avremmo adottato le giuste contromisure per evitare di lasciare questo vantaggio alla Cina che, ormai, sembra irrecuperabile.

Dalla Cina arriva il monito agli USA

Il ministero della Difesa cinese è arrivato a lanciare un monito molto chiaro agli Stati Uniti e, quindi, a tutto il mondo occidentale. «I fatti dimostrano che contenere la Cina è una “missione impossibile”». Le relazioni militari sino-americane, deteriorate sotto la presidenza Trump, con l’insediamento di Biden sono attualmente a un nuovo punto di partenza storico. Per questo la Cina minaccia gli USA e li invita ad adottare una “mentalità non conflittuale, reciprocamente rispettosa e vantaggiosa per tutti”.

Articoli correlati

Il messaggio è forte e chiaro: non provate neanche a metterla sul piano della forza, perché sareste schiacciati. A corroborare la posizione assunta dalla Cina, l’ulteriore avvertimento che mentre gli USA cercavano di rafforzare le loro relazioni internazionali nell’area di influenza cinese, la Cina ha investito miliardi nel rinnovamento delle sue forze armate, in linea con le ambizioni del presidente Xi Jinping di trasformare l’Esercito popolare di liberazione (Pla) in una forza di “classe mondiale”, completamente modernizzata entro il 2050.

L’influenza degli USA nelle controversie del Mar Cinese Meridionale

Il monito arriva all’indomani della rinnovata intesa difensiva USA-Giappone ma anche delle preoccupazioni espresse da Corea del Sud, Australia e India per il logoramento delle relazioni con la Cina.

Proprio l’ingerenza degli USA in questi ambiti è al centro della reazione di Pechino che conclude: “le controversie nel mar Cinese meridionale
dovrebbero essere risolte tra i “Paesi direttamente coinvolti”,
e non quelli fuori dalla regione”. Un’affermazione che somiglia tanto allo slogan Yankees go home. Ecco come la Cina minaccia gli USA.

Anche l’Europa è diventata un protettorato di Pechino?

Il problema resta quello di capire se la minaccia cinese riguardi solo le aree di stretta influenza cinese, oppure sia rivolta a tutte le aree di interesse per Pechino. Tra queste, vi sarebbe senz’altro l’Europa dopo la sottoscrizione del trattato commerciale che prevede una corsia preferenziale per gli scambi commerciali.

Tra l’altro la Cina sta entrando nel cuore delle aziende strategiche italiane ed europee, come è accaduto per Poste Italiane.

Lascia un commento

Back to top button