Podcast

Governo Draghi dopo Conte. Non ci fanno votare.

Renzi non è riuscito a far passare il MES, quindi l'Europa ci impone Draghi. Tutti giubilano, ma per l'Italia potrebbe essere la fine.

governo draghi

E’ finita. Conte è andato casa. La scelta più giusta sarebbero le elezioni. Eppure Mattarella, da garante della sinistra che rischia di perdere tutto, tenta di trascinarsi fino al semestre bianco per non farci votare. La propaganda oggi è in brodo di giuggiole per un governo Draghi, dipinto già da tutti come il salvatore della patria. Vediamo perché non è così.

La sovranità appartiene al Popolo.

La nostra Costituzione è chiara: “la sovranità appartiene al Popolo”. Si riferisce al Popolo Italiano e non all’Unione Europea. Quindi la scelta del Presidente del Consiglio deve avvenire attraverso la legittimazione popolare del voto, libero e democratico. Anche se il Governo Draghi godrebbe di grande credibilità ed autorevolezza internazionale, ciò che conta è che sia espressione del volere del popolo Italiano.

Le elezioni sono davvero un rischio per il COVID?

Non ci sono evidenze scientifiche di questo nesso, è solo un escamotage per spaventare gli Italiani. La cosa che sconvolge più di tutte è che questo spauracchio sia stato agitato dal Presidente della Repubblica. Questo significa che Mattarella si presta direttamente al gioco della sinistra che vuole governare senza legittimazione popolare.

Articoli correlati

Salvini e Meloni sono per il voto subito. Governo Draghi si, ma…

Giorgia Meloni ha mantenuto la posizione. Così anche Salvini che, lucidamente, ribadisce come la Lega sia disponibile a discutere di temi, ma in ogni caso l’orizzonte deve essere il voto. In particolare è fondamentale che qualsiasi governo rechi ben scritta una data di scadenza.

Quindi, la condizione principale è che vi sia una data per le elezioni già fissata, altrimenti trovo difficile che Lega e FdI possano sostenere Draghi. Poi si dovrà comprendere il programma di questo governo che potrebbe essere l’anticipazione della linea europeista dell’austerity.

Draghi per fare cosa?

Parlando di programma del possibile Governo ci sono molti dubbi. Cosa intende fare Draghi per risollevare la nostra economia? Molti oggi citano la famosa frase di Draghi “whatever it takes”, ma dimenticano che quella frase fu pronunciata per salvare l’euro, non l’Europa. Difficile immaginare che possa essere applicabile all’Italia: noi abbiamo bisogno di ridurre la pressione fiscale sulle imprese, destinare ogni risorsa al rilancio della nostra economia, mantenendo comunque adeguati livelli di protezione sociale. Quindi non si può parlare di una fiducia scontata, ma che dovrà essere concessa solo se gli obiettivi sono chiari e positivi per l’Italia.

Il centrodestra e il M5S

La soluzione Draghi può risultare indigesta per il centrodestra che rischia la spaccatura: Forza Italia è pronta a sostenere un governo tecnico ed è difficile pensare a cosa potrebbe dissuaderla. Il Movimento 5 Stelle – o almeno ciò che ne resta – è spaccato in mille frantumi. Alcuni esponenti grillini non hanno mai fatto segreto di non vedere di buon occhio Draghi, ma è molto difficile che riescano a resistere al richiamo delle poltrone.

Lascia un commento

Back to top button